Reiki

metodo Usui Shiki Ryoho

“Sperimentare la connessione consapevole con l’UNO”

“Conoscere la nostra natura interiore alla riscoperta della Verità”

Il Reiki è

.uno strumento SPIRITUALE

(ed è il suo reale valore e potenziale)

.potente

(è energia di alta vibrazione, AMORE e intelligenza Divina)

.puro

(è in connessione con la Fonte Creatrice)

la sacralità della Vita in armonia con le leggi naturali

la spiritualità attraverso l’Anima e gli ordini del Cosmo

la connessione con la Fonte Creatrice Universale per mezzo dell’energia pura e del cuore: Luce-Amore

Il Reiki è Energia Vitale Universale, amore, luce.

La disciplina proviene dal Giappone.

Ma c’è dell’altro.

Non è una questione di religione, di credenze, di ideologie, di filosofia: la connessione con lo Spirito, il risveglio dell’Anima sono oltre.

Quando fai esperienza, e ti viene offerto il dono, di conoscere il Creatore – la Fonte – si svela l’essenza: intelligenza divina, onnipresenza, infinito, immensità, assoluto, amore puro, quintessenza. Dall’Origine la Luce, la creazione, il tutto.

Qualsiasi idea potevi avere di Dio si dissolve (o in qualunque altro modo desideri nominarlo e considerarlo).

Percepisci la verità in tutta la sua potenza, limpidezza.

E’ un’illuminazione che ti rende libero, ti cambia profondamente.

Faccio una deviazione dal tema in questione, un’aggiunta che ritengo significativa. Nel profondo di alcune anime risuona un richiamo preciso alla sacralità mistica dei luoghi in Sud America, Oceania, Medio Oriente, ma anche agli Aborigeni Australi e ai Nativi Americani e alla loro potente connessione con lo Spirito. È un richiamo ancestrale…

Ritornando al Reiki, è uno strumento semplice. Facile da apprendere, da praticare su se stessi prima che sugli altri.

(voglio specificare una cosa, senza giri di parole, perciò sfodero tutto il mio modo informale di approccio all’energia e alla spiritualità, e il messaggio è: prima di andare in giro a imporre le mani nemmeno foste Gesù, è indispensabile fare tanta, ma tanta pratica su di se. L’energia produce effetti, e reazioni, che si devono saper gestire e comprendere. Quindi, prima è indispensabile maturare esperienza e responsabilità, poi si va a fare del bene nel mondo con tutta la passione che si vuole).

Il percorso con il Reiki è assolutamente individuale, intimo, avviene dentro di sé.

L’attivazione aiuta ad allinearti e armonizzarti ad esso, e a darti una disciplina per praticarlo.

Puoi utilizzare al meglio il potenziale del Reiki attraverso la sincera intenzione, l’impegno, la costanza, la volontà ad elevare il tuo essere nella consapevolezza e ad uno stato di coscienza superiore.

Sei sceso sulla Terra per fare esperienza, evolvere e, ognuno con i suoi tempi, per ricordarti della natura divina che hai in te.

Persegui la meta, ricorda però che il tempo di “arrivo” è molto differente da anima a anima, richiede anche molte vite, compresi gli strumenti e le prove da affrontare.

Il tuo impegno fin da ora, a prescindere, è comunque di migliorarti, di agire con moralità, con il cuore, al servizio dell’amore. Metti gioia nelle cose che fai ogni giorno, metti in pratica le buone azioni. Sii responsabile di ciò che fai, dei pensieri che hai, delle emozioni che esprimi, delle parole che pronunci, perché sono una continua creazione.

Vari sono i percorsi, tante le discipline, tanti i metodi, tante le tecniche, moltissimi gli strumenti a disposizione dell’umanità. Ciascun individuo sceglie quello che sente più appropriato e adatto alle sue esigenze, che possono anche variare con l’età e l’esperienza. Tutto serve, insomma, tutto insegna.

Buon risveglio!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: