art.26_14.07.2022_Desiderare il vero amore 13.33…

Mi sento particolare. Non trovo altri termini per descrivere il mio stato in questi giorni.

Penso, penso, continuo a fare sogni del passato mescolati al presente, illogici, come se mi aiutassero a svuotarmi il più possibile e a creare l’accoglienza e lo spazio per il nuovo. Ho voglia di stare tra le braccia del mio uomo, chiunque egli sia. Sono convinta che è l’uomo giusto per me e saremo felici, nell’amore. Penso, penso. A questo punto la volontà che agisce in me, che mi sussurra parole confortanti, è quella di abbandonarmi con fiducia alle scelte che la mia anima ha compiuto nei tempi dei tempi. Da un momento preciso in poi della mia esistenza sarò accompagnata ad un uomo, perché cosi è deciso, perché è parte del piano, perché il tempo è giunto a prescindere da tutto il resto. Penso, penso… e mi lascio trasportare dalla corrente abbandonandomi ad essa, senza più opporre resistenza, perché so che mi sta conducendo lontano ed esattamente dove devo arrivare. Mi svuoto, mi libero da tutto, fuori come dentro, è essenziale, è vitale, è spirituale. Appartengo a me stessa, all’Universo, alla Vita, perciò non ho nulla di cui preoccuparmi. Io sono. Io amo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: